Nightguide intervista gli All Them Witches,  la band psych-rock sperimentale in Italia al Bloom di Mezzago

Nightguide intervista gli All Them Witches, la band psych-rock sperimentale in Italia al Bloom di Mezzago

All Them Witches, la band psych-rock sperimentale, dopo aver pubblicato il quinto album in studio ATW il 28 settembre per New West Records, torna finalmente in Italia per un'unica data al Bloom di Mezzago il 27 aprile.  Il disco è stato anticipato dalle atmosfere fuzzy e instriso di organi di FISHBELLY 86 ONIONS e il risultato, mixato da Rob Schnapf (Beck, Elliott Smith, Kurt Vile), è il suono più intimo e umano che gli All Them Witches abbiano mai registrato ed è un'altra ridefinizione di loro come band.
Nessun posto meglio del Bloom potrebbe accogliere questa nuova veste che non punta al clamore ma all'atmosfera unica del club, e alla sua insostituibile esclusività.

Nel 2017, avete pubblicato quello che sarebbe diventato il modello del vostro suono: il quarto album “Sleeping Through the War”. Poi nel 2018 avete deciso di ridefinire di nuovo il vostro suono con “ATW”. Questo cambiamento è in qualche modo collegato all'uscita di Allan Van Cleeve dalla band?
Posso capire perché lo pensi, e sì il nostro suono è cambiato quando Al ha deciso di andarsene, ma sento che il nostro suono sta cambiando continuamente. “Sleeping Through The War” è stato registrato in un modo completamente diverso da “ATW”, e il nostro buon amico Draper ha suonato le tastiere per un breve periodo, quindi ci sono solo alcuni esempi di cambiamento.

Personalmente trovo che il cambiamento che si trova in “ATW” rispetto ai lavori precedenti non è macroscopico, ma si legge in una sottile ruvidezza dei suoni e delle voci che hanno leggermente lasciato la morbidezza dei toni del Sud per prendere quel tipico graffio della musica psichedelica. Ma ciò che mi ha deliziato nell'ascoltare “ATW” è che questo cambiamento viene dosato con il contagocce. Cosa ne pensi di questa analisi fatta da un vostro fan? J
Mi piace ascoltare l'analisi altrui perché mi apre la mente a ciò che gli altri stanno pensando, senza essere legato a quell'idea. Sto invecchiando, la mia mente e la mia voce stanno diventando ancora più "southern" secondo me. Più combatto con l'idea di casa e sicurezza, più mi ritrovo a perdere molte delle maschere che ho raccolto nei miei viaggi e nella mia educazione e mi sento più connesso al mondo strano del Sud Americano. Per quanto riguarda la dose, non vedo mai il cambiamento dall'esterno, quindi non è mai intenzionale, ma sempre benvenuto.

Mi piacerebbe sinceramente sapere cosa vi ha spinto a creare questo capolavoro oltre ogni cazzata che i critici musicali dicono quando analizzano la musica di un artista.
Non leggo le opinioni schiaccianti di esseri umani senza volto, è troppo difficile farlo proprio. Interagire online è come avere una conversazione con 1000 persone contemporaneamente, dove tutto è detto e niente è compreso o mantenuto . come gli uccelli su un albero, che pace si può raggiungere?

Un'altra cosa che distingue il vostro lavoro è la lunghezza delle vostre tracce. Anche in “ATW” molti pezzi superano i 6 minuti per raggiungere anche i 10 di “Harvest Feast”. I vostri assoli ipnotici che aprono e chiudono le tracce riempiono le orecchie con il gusto di un vero concerto rock americano. Ciò tuttavia rende le vostre canzoni contrarie a qualsiasi regola di mercato radiofonico odierno. Qualcuno vi ha mai ostacolato o criticato per questa scelta?
Se vuoi fare arte, non puoi ascoltare nessuno. Alcune canzoni nascono per durare 10 minuti ed è proprio così, e non ho incontrato nessuno che potesse convincerci a non farlo.

In generale la tua produzione musicale è stata molto intensa: 5 album in 7 anni con un cambio di formazione nel mezzo. Per vederlo dall'esterno sembra che tu non riesca davvero a non fare musica. Cosa vi ispira?
Sono principalmente ispirato dal silenzio. Osservare la natura essere natura è stimolante, perché gli umani sono contemporaneamente parte della natura e contrari ad essa. Sono ispirato dal vedere le persone come bambini e musica religiosa di ogni tipo, buon gumbo e sake freddo (non mescolati insieme).

Voglio sottoporti un piccolo gioco. Elencherò i titoli dei vostri album e voglio che tu mi dica la prima parola che quell'album ti riporta alla mente, forse per un ricordo o un sentimento o un episodio ad esso collegato.
o Our Mother Electricity (Dec 2012): Pabst Blue Ribbon e Camel Turkish Royals.
o Lightning at the Door (2013, re-released 2015): il favorite dai fan, l'inizio della fine.
o Dying Surfer Meets His Maker (Oct 2015): Chimey double guitars, Rob e Al non conoscevano queste canzoni quando abbiamo registrato.
o Sleeping Through the War (Feb 2017): Ho lavorato solo in un vero studio a Nashville, quindi sono rimasto molto sorpreso quando ci siamo presentati in questo per registrare  il disco ed era la stessa stanza in cui avevo lavorato, spento e acceso, per anni. Feel good Grateful Dead ending.

Alla fine del mese sarete in Italia e non è la prima volta. Prima di tutto, cosa dovrebbero aspettarsi i vostri fan? Sarete 3 o 4?
I fan dovrebbero venire e aspettarsi di essere accolti così come sono. I nostri spettacoli sono aperti a tutti e il mio obiettivo principale è fornire un ambiente in cui le persone possano sentirsi libere di essere completamente se stesse. Molto probabilmente saremo in 3.

Cosa ti piace di più del nostro paese? Hai qualche piatto preferito che ti piace prendere quando sei in Italia?
Siamo stati a Milano solo una volta, ed è stato solo per poche ore, quindi non abbiamo mai veramente sperimentato il cibo e la cultura in nessun modo.

Ho letto una notizia recente sul vostro profilo facebook, ovvero che farete parte del giorno di apertura di Louder Than Life insieme agli Slipknot e molti altri mostri sacri. Come avete ricevuto la notizia?
È andata un po' così "Ehi ragazzi, ricordate Louder Than Life? Volete suonarci di nuovo? ". E abbiamo detto "Sì, certo". L'ultima volta che abbiamo suonato lì, tutto è stato portato su trattori giganti perché il campo era diventato solo fango.

Avete altre sorprese che potete dirci su questo 2019? Forse un nuovo album in cantiere!
Nuovi album sono sempre in cantiere; non saremmo una vera band se non creassimo costantemente nuove canzoni.

Per chiudere voglio farti due domande che chiedo a tutti quelli che intervisto. Il primo: cosa rappresenta la musica in 3 parole per te e perché esattamente quelle?
Musica è Realtà.

E l'ultima domanda: quali sono i 3 album che ti hanno influenzato di più nel tuo viaggio e che non potrebbero mai mancare nella tua collezione?
Paul Simon - Still Crazy after all these years
Allman Brothers band - Eat a peach
Willie Nelson - Stardust
 

Intervista a cura di Luigi Rizzo

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista hug...

21/06/2019 | fede_carlino

La sua carriera da solista è iniziata due anni fa, con la pubblicazione dell'album omonimo hugolini e una lunga serie di concerti in tutta italia, anche come supporter d...

Interviste

Nightguide intervista agn...

19/06/2019 | fede_carlino

è uscito da poco per garrincha dischi “il minotauro”, l’ep d’esordio di una band, che nonostante il nome è tutt’altro che in...

Interviste

Nigthguide intervista ben...

17/06/2019 | luigirizzo

  sia visivamente che musicalmente, the crucible inizia dove finisce l'ultimo album the tower, ma presto prende il suo tono, ed è chiaro che non può essere definito un...

2445150 foto scattate

16263905 messaggi scambiati

886 utenti online

1412 visitatori online